CROWDFUNDING rIcerCARE

Progetto di crowdfunding totalmente a favore della ricerca, a cura di rIcerCARE, organizzazione no-profit che fa parte del network europeo I-CARE.

rIcerCARE intende finanziare il progetto riguardante la Barriera Emato-Encefalica, attraverso una raccolta fondi popolare. L’obiettivo del crowdfunding è raccogliere la somma necessaria per completare il progetto di ricerca sulla BEE da parte del LARF, Laboratorio Analisi Ricerca e Fisiopatologia dell’Università di Genova.

Iscriviti subito alla nostra newsletter e seguici qui o sulla nostra pagina Facebook per essere costantemente aggiornato sulla raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica dell’Università di Genova.

DESCRIZIONE DELL’APPROCCIO SPERIMENTALE

Si analizzeranno gli effetti di composti naturali (es. cannabis, oli e acque essenziali estratti da piante edibili) e alcune molecole note per effetti neurotossici.

Step 1

Allestimento di un modello 3D di cellule endoteliali umane (commerciali) in un sistema statico (insert) e in un sistema dinamico (millifluidica) Valutazione della tossicità del composto in esame su cellule umane di origine endoteliale, per definire meglio le concentrazioni da testare successivamente sulle cellule di BEE di origine umana. Parallelamente si valuteranno gli stessi effetti anche su monociti umani per simulare gli effetti su cellule implicate nella risposta immunitaria innata. Gli end points analizzati saranno: • indici di vitalità e proliferazione • potenziale pro/anti infiammatorio (analisi di citochine e chemochine selezionate) • potenziale pro/anti ossidante

Step 2

Allestimento di un modello 3D di cellule umane di BEE in un sistema statico (insert) e in un sistema dinamico (millifluidica) Valutazione degli endpoints descritti nel primo step per verificare se gli effetti osservati con il modello di endotelio sono sovrapponibili o meno a quelli che si osserveranno nel modello BEE e se vi siano differenze tra modello statico e modello dinamico.

Step 3

Allestimento di un modello 3D di cellule umane di origine nervosa in un sistema statico (insert) o in idrogel. Le cellule saranno esposte direttamente al composto in esame e parallelamente al terreno condizionato, proveniente dalle colture di BEE . Gli end points analizzati saranno analoghi a quelli indicati nello Step 1.

La dottoressa Susanna Penco ci spiega in cosa consiste il progetto di ricerca sulla Barriera Emato-Encefalica, quali obiettivi si prefigge e quali utili conseguenze potrà apportare.

ANCHE UNA PICCOLA DONAZIONE PUÒ FARE LA DIFFERENZA

DONA